Giornata del risparmio energetico: in che cosa consiste e quali sono i consigli per risparmiare energia in casa?

Giornata del risparmio energetico: in che cosa consiste e quali sono i consigli per risparmiare energia in casa?

Tempo di lettura: 3 minuti

Che cos’è M’illumino di Meno? E che cosa viene celebrato durante l’edizione 2019 della giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili?

Ideata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2, la giornata M’illumino di Meno, conosciuta anche come giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, celebra modelli di vita ecosostenibili, che rispettino l’ambiente e permettano di ridurre gli sprechi. Le iniziative legate a questa giornata si evolvono di anno in anno: nel 2005 gli italiani sono stati invitati a spegnere tutte le luci non indispensabili, ad esempio.

Proprio in occasione di questa giornata, E.ON e Museo Bagatti Valsecchi, grazie alla nuova collaborazione volta alla promozione della cultura dell’innovazione, organizzano presso il Museo due visite guidate “a lume di candela”, alle 18:45 e alle 19:15. Si tratterà di tour durante i quali verrà utilizzata solo l’illuminazione di candele a led e torce, con cui sarà possibile scoprire tutte le bellezze del luogo sotto una luce inedita e da punti di vista insoliti.

Ecco quale sarà il tema centrale dell’edizione 2019 e qualche consiglio per capire come risparmiare energia in casa nella vita quotidiana.

 

Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, che cosa è previsto nell’edizione 2019?

La giornata M’illumino di Meno quest’anno verrà celebrata il 1° marzo, protagonista delle celebrazioni per il risparmio energetico sarà l’economia circolare. Il riciclo e riutilizzo dei materiali e la riduzione degli sprechi saranno, quindi, gli imperativi per sensibilizzare la popolazione verso l’adozione di stili di vita sostenibili e rispettosi dell’ambiente.

Nel corso degli anni, per celebrare la giornata M’illumino di Meno sono state spente le luci di monumenti come la Torre di Pisa, il Colosseo, l’Arena di Verona e i palazzi simbolo d’Italia, come Quirinale, Senato e Camera. Ma non solo: a livello internazionale hanno partecipato all’iniziativa anche la Torre Eiffel, il Foreign Office e la Ruota del Prater, che hanno spento le loro luci per dare ai cittadini un segnale della volontà di invertire rotta e promuovere il risparmio energetico sostenibile.
Durante la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili decine di musei, inoltre, organizzano visite guidate a bassa luminosità, numerosi ristoranti organizzano cene a lume di candela e le scuole portano al centro tematiche legate al consumo responsabile e all’efficienza energetica.

Per l’edizione 2019, è stato stilato un elenco di azioni che è possibile compiere nella quotidianità per favorire la diffusione dell’economia circolare, valorizzando la possibilità di far rivivere ogni oggetto sotto diverse forme e con differenti finalità.

Ecco quali sono quindi i consigli per rendere il proprio stile di vita sostenibile:

  • Ri-creo grazie a laboratori nelle scuole, utilizzando l’inventiva per dare nuova vita agli oggetti;
  • Ri-passo in padella;
  • Ri-salto il risotto;
  • Ri-metto in tavola, organizzando una cena antispreco che svuota il frigo e finisce gli avanzi;
  • Ri-acchiappo, ovvero corro o cammino e intanto raccolgo i rifiuti;
  • Ri-ciclo creativo, Ri-utilizzo, Ri-ciccio, utilizzando materiali di scarto, cose da gettare, per creare nuovi oggetti con un valore maggiore del materiale originale;
  • Ri-pesco, organizzando uno “swap party”, ovvero una festa in cui è possibile scambiarsi capi d’abbigliamento, accessori, cose;
  • Ri-vedo vecchi amici a una cena antispreco;
  • Ri-penso il mio stile di vita;
  • Ri-qualifico un quartiere;
  • Ri-lamo il parquet invece di cambiarlo;
  • Ri-fiuto la plastica;
  • Ri-spetto l’ambiente e le idee degli altri;
  • Ri-spengo le luci.

 

Come risparmiare energia in casa, i consigli per uno stile di vita sostenibile

Oltre a spegnere le luci quando non necessarie e non lasciare in stand-by gli apparecchi elettronici, al fine di risparmiare energia all’interno delle mura domestiche è fondamentale fare attenzione a frigo e freezer: sbrinare con costanza aiuta a ottimizzare i consumi.
Mettere un coperchio sopra le pentole quando l’acqua bolle e abbassare i termosifoni anziché aprire le finestre quando un ambiente si riscalda troppo sono altri piccoli accorgimenti che possono fare una grande differenza, sia sull’ambiente che sulla bolletta.

La dispersione di energia in casa può essere diminuita anche grazie alla riduzione degli spifferi degli infissi, all’utilizzo delle tende per creare intercapedini davanti a vetri, infissi e porte esterne e all’inserimento di pellicole isolanti e riflettenti fra i muri esterni e i termosifoni.
Infine, per i propri spostamenti dovrebbe essere preferibile utilizzare la bicicletta al posto dell’automobile, oppure condividere quest’ultima con chi compie lo stesso tragitto.

 

Per risparmiare energia in casa scopri le soluzioni per il gas di E.ON!



Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Linkedin
Share On WhatsApp